Regione Veneto

INFORMATIVA IMU 2020 RATA ACCONTO

Pubblicata il 09/06/2020

Vista la Legge di bilancio 2020 (Legge n. 160 del 27.12.2019) che istituisce la nuova IMU disciplinata dall’ art. 739 all’783;

Viste le aliquote e detrazioni I.M.U. per l'anno 2019 approvate con deliberazione di C.C. n. 54 del 19.12.2018;

SI INFORMA CHE

deve essere effettuato il versamento in 2 rate dell’imposta municipale propria dovuta per l’anno d’imposta 2020 con le seguenti scadenze:

• ACCONTO 16.06.2020

• SALDO 16.12.2020


AVVISO IMPORTANTE
Visto il DPCM del 22/03/2020 e le successive misure volte a contenere l’emergenza epidemiologica da COVID-19, i modelli F24 relativi alla rata in acconto IMU 2020 potranno essere richiesti esclusivamente con prenotazione dal 05/05/2020 al 23/05/2020 e fino ad esaurimento posti a mezzo posta elettronica all’indirizzo tributi@comune.codogne.tv.it (indicando un numero di telefono a cui far riferimento) oppure telefonicamente allo 0438/793240 nei giorni di martedì, mercoledì e venerdì dalle 08.30 alle 13.00.


Presupposto impositivo
Il presupposto impositivo dell’Imposta Municipale propria (I.M.U.) è il possesso di immobili a titolo di proprietà piena o usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie. É soggetto passivo dell’imposta il genitore assegnatario della casa familiare a seguito provvedimento del giudice che costituisce altresì il diritto di abitazione in capo al genitore affidatario dei figli. Sono inclusi i terreni, le aree edificabili, i fabbricati.

L’IMU non si applica:
- al possesso abitazione principale e pertinenze della stessa ed assimilati, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9 e relative pertinenze;
- ai terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti ed imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti nella previdenza agricola comprese le società agricole di cui art. 1 c.3 del D.Lgs. n. 99/2004;

Fabbricati
Per fabbricato si intende l’unità immobiliare iscritta o che deve essere iscritta nel Catasto Edilizio Urbano con attribuzione di rendita catastale.
Il valore dei fabbricati è determinato dalla rendita catastale, rivalutata del 5% e moltiplicato per:
160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A (abitazioni) e per le categorie catastali C2 (magazzini), C6 (garage), C7 (tettoie) con esclusione della categoria catastale A/10;
140 per le categorie catastali B, C3 (laboratori), C4, C5;
80 per le categorie D5 (banche) e A10 (uffici)
65 per la categoria D (ad eccezione della categoria D5)
55 per la categoria C1 (negozi)

La base imponibile è ridotta del 50% per:
• i fabbricati di interesse storico o artistico (di cui all’art.10 codice d.lgs. n.42/2004);
• per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati;
• per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1 A/8 A/9, concesse in comodato ai parenti in linea retta entro il primo grado(genitori/figli) che le utilizzano come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori
abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all’immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9(art. 13 comma 3 lettera 0a del DL n. 201/06.12.2011). Il beneficio si estende, in caso di morte del comodatario, al coniuge di quest’ultimo in presenza di figli minori;

Le abitazioni rurali hanno il medesimo trattamento delle case civili.

É prevista la riduzione delle imposte IMU 25% per gli immobili ad uso abitativo locati a canone concordato ai sensi della Legge n. 431/1998(la base imponibile è ridotta al 75%);

Aree edificabili
Per le aree edificabili si applica il valore commerciale al 1° gennaio dell’anno d’imposizione.

Terreni agricoli
Per i terreni agricoli il valore è costituito da quello ottenuto applicando al reddito dominicale risultante in catasto al 1° gennaio, rivalutato del 25%, un moltiplicatore pari a 135.

Abitazione principale e pertinenze
Per abitazione principale si intende l’unità immobiliare nella quale il possessore, che ha un diritto reale sull’immobile, e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Se i componenti del nucleo familiare hanno la residenza anagrafica in immobili diversi, le agevolazioni si applicano per un solo immobile.
Per pertinenze dell’abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C2, C6 e C7 nella misura massima di un’unità per ciascuna categoria.
All’abitazione principale e alle sue pertinenze spetta una detrazione di € 200,00 (fino alla concorrenza dell’imposta) rapportata al periodo di possesso, alle quote di possesso e al numero dei possessori che la utilizzano come abitazione principale.

Modalità e termini di versamento
L’art. 762 stabilisce che in sede di prima applicazione dell’imposta la prima rata da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l’anno 2019.
Il versamento della rata a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno è eseguito a conguaglio sulla base delle aliquote deliberate dal Comune.
Il versamento va effettuato in due rate: l’acconto entro il 16 giugno 2020; il saldo entro il 16 dicembre 2020.
Il versamento dovrà essere eseguito tramite modello F24 presso un ufficio postale o uno sportello bancario.

I codici di versamento, come determinati dall’Agenzia delle Entrate sono i seguenti:
3912 – IMU – abitazione principale e relative pertinenze
3913 – IMU – fabbricati rurali ad uso strumentale dell’attività agricola
3914 – IMU – terreni
3916 – IMU – aree fabbricabili
3918 – IMU – altri fabbricati
3925 – IMU – immobili ad uso produttivo gruppo catastale D – quota STATO
3930 – IMU – immobili ad uso produttivo gruppo catastale D – quota COMUNE

Il codice del comune di Codognè è C815.

Somma delle aliquote stabilite dal comune di Codognè per IMU e TASI 2019 ai fini del versamento in acconto IMU 2020.
Le somma delle aliquote previste nel Comune di Codognè per l’anno 2019 IMU e TASI erano le seguenti:
10,10 per mille per altri immobili
7,6 per mille per terreni agricoli
1 per mille per fabbricati rurali ad uso strumentale dell’attività agricola;
2,5 per mille per fabbricati destinati dall’impresa costruttrice alla vendita purché non locati – BENE MERCE)
7,6 per mille per aree edificabili
6,5 per mille per le abitazioni principali nelle categorie A/1 A/8 A/9 e relative pertinenze (detrazione 200,00 euro)
2,5 per mille per fabbricati uso produttivo categoria D – quota Comune
7,6 per mille per fabbricati uso produttivo categoria D – quota Stato

 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato ACCONTO informativa IMU 2020.pdf 37.06 KB
torna all'inizio del contenuto